p.mercato.jpg

Pambianco Beauty Summit: presente e futuro della cosmetica in Italia e nel mondo

9 maggio 2018

Business mercatoSi è svolta lo scorso 3 maggio a Milano presso Palazzo Mezzanotte la seconda edizione del Pambianco Beauty Summit, il convegno organizzato dalla società di consulenza Pambianco Strategie di Impresa volto ad analizzare il settore cosmetico italiano illustrandone sfide e opportunità.

La giornata ha visto alternarsi sul palco i principali protagonisti della cosmetica italiana, ad aprire i lavori Raffaele Jerusalmi, CEO di Borsa Italiana, cui hanno seguito gli interventi di Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia, di David Pambianco, CEO di Pambianco Strategie di Impresa, che ha presentato i risultati di una ricerca volta a creare una ‘mappa’ ragionata del sistema cosmetico italiano, nonché di Marco Formento, senior vice president digital Edizioni Condé Nast, e di Erika Andreetta, partner PwC.

La seconda parte della mattinata, moderata dal giornalista Nicola Porro, conduttore di Matrix su Canale 5, ha visto protagonisti in interviste face-to-face Cristina Scocchia, CEO Kiko, Federico Pegorin, CEO Agf88 Holding e Fabio Pampani, CEO Douglas Italia. A seguire Fabio Guffanti, GM Laboratoires Svr Italia, Peter Gladel, CEO Beauty and Luxury, Francesco Pastore, GM  Coty Professional Beauty Italy & Greece, Edoardo Bernardi, CEO e GM The Estée Lauder Companies Italy,  Roberto Selva, director Non Food Esselunga, Andrea Pernigo, CFO Just Italia, e Dario Ferrari, presidente e CEO Intercos.

Secondo i dati riportati da Cosmetica Italia, la cosmetica italiana ha registrato un fatturato di 11 miliardi di euro nel 2017, in crescita del +4,3% sul 2016, con un’aspettativa del +5% per quest’anno. Per quanto riguarda la produzione di cosmetici, l’incremento di fatturato ha registrato un +43,2% tra il 2008 e il 2016; l’EBIT medio nel 2016 è stato del 9%. L’Italia è il quarto sistema economico della cosmetica dopo  Germania, Regno Unito e Francia e, dato importante, il 60% del make‐up distribuito nel mondo è made in Italy. Sempre secondo la ricerca di Cosmetica Italia, il saldo commerciale 2017 del settore supera i 2,5 miliardi di euro e mostra segni di crescita. Infine, l’acquisto dei cosmetici vede in prima fila la GDO che detiene il 35%, a seguire i supermercati specializzati in cosmetici (21%), farmacie (15%) e profumerie (11%).

David Pambianco, CEO di Pambianco Strategie di Impresa, ha invece presentato i dati di un’analisi su oltre 450 bilanci di aziende con brand propri, terzisti, profumerie indipendenti/catene e filiali di multinazionali della cosmetica e ha individuato un campione di 289 realtà con un fatturato superiore ai 3 milioni di euro, un giro d’affari complessivo nel 2016 di 11 miliardi di euro, un EBITDA medio all’11% e 37.000 dipendenti.

Pambianco, alla luce dei dati presentati, ha così delineato le sfide e le opportunità che si presenteranno alle aziende per sostenere la propria crescita nei prossimi anni: per le aziende con brand di proprietà, sarà necessario portare i propri prodotti verso una fascia prestige per puntare a un maggiore sviluppo a livello internazionale; i terzisti dovranno aumentare le proprie dimensioni con acquisizioni e puntare maggiormente all’estero; la distribuzione dovrà focalizzarsi sulla creazione di nuovi servizi e prodotti, sviluppare l’e-commerce e intercettare i trend di mercato e i desideri del consumatore; e, infine, le filiali italiane delle multinazionali che dovranno sviluppare in modo più efficace sul piano locale i nuovi brand acquisiti.

Per approfondimenti: http://convegnobeauty.pambianconews.com/

 





Tag:, , , , , , , , , , , , , .
Categorie: MercatoNewsSenza categoria

Overline élite New Resolution Laser Epilation

6 marzo 2015

BackLight LaserOverline, specialista d’eccellenza nel mondo delle apparecchiature estetiche, ha presentato al Cosmoprof 2015 (Bologna, 19-22 marzo) la nuovissima élite New Resolution Laser, protagonista assoluta presso lo stand dell’azienda milanese.

Una  nuova apparecchiatura per l’epilazione con LASER diodo long life 808nm, implementata con un innovativo software che  ne rende  l’utilizzo più preciso  e veloce,  più sicuro ed  efficace, per rispondere ancor più puntualmente  alle esigenze professionali.  In fase di test pre-trattamento, infatti, il nuovo Videolaser introdotto, consente un’analisi più specifica della zona sulla quale svolgere il lavoro. Inoltre, al termine della seduta, la Macro Videocamera, altra novità in dotazione all’apparecchiatura, è possibile analizzare se l’azione del trattamento laser sia stata realmente efficace.

élite New Resolution Laser Epilation può essere utilizzata su tutte le parti del corpo e del viso, lavora sui differenti fototipi e anche sulle pelli abbronzate, rispettandone l’equilibrio e garantendo il massimo comfort ai clienti. Inoltre, permette trattamenti veloci con spot da 1 a 12 ripetizioni al secondo.

Guarda il video in anteprima

 





Tag:, , , , , , , , , , .
Categorie: Bellezza e benesserehomepageNews

L’approccio ai centri estetici: vissuti e prospettive

22 novembre 2014

Lspa2a tendenza al bisogno di migliorare il proprio aspetto fisico e di dedicare del tempo al proprio benessere psicofisico sono le due macro-categorie di utenze del centro estetico: la prima che ha un senso più doveristico, quindi un approccio forzato alla necessità, la seconda invece più ludico, che implica uno star bene psichico e fisico, una coccola.

Da queste due macro-categorie sono emersi, da un’indagine condotta dalla società di ricerca Alias, interessanti risultati che hanno portato alla luce le mutate esigenze del pubblico e profilato il centro estetico “ideale” nell’ immaginario dei nuovi clienti.

Il report:  “L’approccio ai centri estetici negli anni della crisi: vissuti e prospettive di crescita”





Tag:, , .
Categorie: MercatoNews

Segnali di ripresa per il mondo della cosmetica

8 settembre 2014

Segnali di ripresa e previsioni export a +7% proiettano il fatturato cosmetico a 9.400 milioni di euro

Si apre all’insegna di un timido risveglio di alcuni indicatori il 2014 fotografato dalla consueta Indagine congiunturale proposta dal Centro Studi di Cosmetica Italia che analizza l’andamento del primo semestre 2014 e le previsioni per il secondo semestre 2014. Ancora una volta la componente estera della domanda consente la crescita dei fatturati: seppur a ritmi meno evidenti, le esportazioni segnano nel 2014 una proiezione del +7%, per un valore vicino ai 3.400 milioni di euro. Grazie a questo trend positivo il fatturato globale del settore, vale a dire il valore della produzione, supererà i 9.400 milioni di euro con una crescita di quasi due punti percentuali. Proiettando le indicazioni e il sentiment delle imprese associate, a fine anno il valore del mercato sarà vicino ai 9.500 milioni di euro già registrati nel 2013, con una lieve contrazione registrata nuovamente sui valori e non sulle quantità. La previsione generale è condizionata dalla sofferenza dei canali professionali: le frequentazione media sensibilmente ridotta dei saloni di acconciatura incide sulla distribuzione di prodotti professionali proponendo un primo semestre 2014 in calo del 4% con analogo andamento per la fine dell’anno. Anche i centri estetici soffrono per la flessione nel numero di servizi e trattamenti, registrando una contrazione del 3,8% nel primo semestre 2014, e un calo di tre punti percentuali nella seconda parte dell’anno, portando il valore del mercato a poco meno di 420 milioni di euro. Vengono rilevati timidi segnali di rallentamento delle perdite per il canale profumeria con un primo semestre 2014 in calo del 3%, seguito da una previsione in flessione per il secondo semestre del 2,5%. continua a leggere 





Tag:, , , .
Categorie: MercatoNews

Mercato

Collabora con noi | Privacy e Cookie Policy Privacy Policy

Copyright © 2014 Halo Comunicazione
Halo Comunicazione Viale Campania, 58 | 20900 Monza
| P. Iva 02015160969 | REA Milano 1222051